Come compilare il modello Unico

di Andrea 1

Come compilare il modello Unico

Anche quest’anno siamo arrivati nel periodo cruciale per la compilazione della dichiarazione dei redditi per l’anno 2013. Da qualche anno a questa parte, a secondo del tipo di contribuente che si appresta a compilarla, si chiama Modello Unico, 730 o 740 e comporta anche scadenze diverse per la presentazione secondo il tipo di dichiarazione che vi interessa.

Oggi in particolar modo cerchiamo di spiegarvi come compilare il modello Unico da soli, senza dovervi rivolgere a terze persone, senza muovervi da casa e quando più vi fa comodo e ciò che non guasta, senza dover pagare nulla per la stesura della dichiarazione nè per la sua presentazione che avviene in via telematica. Se avete un pò di dimestichezza con il PC e con i vostri conti potrete provare a cimentarvi in prima persona alla sua stesura.

Infatti, per compilare il modello Unico vi basta collegarvi alla pagina principale del sito dell’Agenzia delle Entrate e registrarvi richiedendo il PIN personale. Una volta che questo vi viene comunicato, potete accedere al modello Unico per l’anno 2013 nel quale denunciare i redditi conseguiti nell’anno 2012 ed indicare le eventuali spese che avete sostenuto nel corso dell’anno e che potete detrarre.

Per prima cosa, troverete il frontespizio del modello in cui indicare i vostri dati personali quali: nome e cognome,cod. fiscale, data e luogo di nascita e indirzzo più i carichi familiari. Il modello Unico, come sapete è suddiviso in quadri ed in ognuno di essi vanno inseriti i vari importi di cui siete in possesso. Se avete dei dubbi in quale quadro o in quale rigo, dover indicare un importo, potrete seguire le comode spiegazioni che accompagnano il modello online dell’Agenzia delle Entrate.

Andrete così a compilare il quadro dei fabbricati e dei terreni in cui andranno inseriti i dati catastali degli immobili o dei terreni di vostra propietà e la quota di proprietà in vostro possesso; quello di lavoro dipendente, in cui vanno inseriti i dati dei CUD sia per i lavoratori dipendenti sia per i pensionati; il quadro delle spese detraibili come: spese mediche, tasse scolastiche, spese veterinarie, spese per lavori di ristrutturazione, contributi previdenziali spese per funerali, per interessi su mutui dovuti ad acquisto o ristrutturazione prima casa ecc. Fino ad arrivare all’ultimo quadro dove, dopo aver sommato i redditi e tolte le spese deducibili e detraibili, e gli eventuali acconti d’imposta effettuati l’anno precedente, avrete l’imponibile su cui calcolare le imposte da pagare a saldo e ad acconto.

Infine, teniamo a specificare che, il Modello Unico deve essere obbligatoriamente compilato da tutti coloro che possiedono una partita iva e comprende oltre alla dichiarazione dei redditi, anche la dichiarazione iva, quella Irap e gli studi di settore. La sua presentazione deve essere fatta in via telematica ed essere effettuata entro il 30 settembre.

Il 730 è invece quel modello di dichiarazione che viene compilato da chi di voi ha redditi di lavoro dipendente o di pensione sui quali già sono state effettuate mensilmente le trattenute Irpef certificate dal CUD. Se possedete degli oneri deducibili da scaricare come spese mediche o interessi per mutui per acquisto o ristrutturazioni di prima casa ecc. l’eventuale credito che ne scaturisce vi verrà erogato con lo stipendio o il rateo di pensione del mese di luglio/agosto. La sua presentazione può essere effettuata tramite il datore di lavoro entro il 30 aprile o tramite i Caf entro la fine di maggio.

Il 740 è invece quel modello di dichiarazione che deve essere compilato da chi di voi possiede un CUD ma ha anche un ulteriore reddito derivante ad esempio da proprietà per cui deve necessariamente ricalcolare l’imposta dovuta. Potreste anche optare per il 730 ma in tal caso l’imposta da pagare vi verrebbe automaticamente trattenuta dallo stipendio di luglio.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>