Come curare i geloni

di Valentina Cervelli 0

Come curare i geloni? Questo disturbo si presenta spesso d’inverno alle persone caratterizzate da una pelle più delicata o non si prendono adeguatamente cura della propria epidermide riparandola adeguatamente dal freddo. Vediamo insieme come approcciare il problema.

Come curare i geloni

Cosa sono i geloni

I geloni sono essenzialmente un’alterazione della cute dovuta al freddo, in particolare quello di tipologia umida. Si tratta di una lesione della pelle che arreca molto dolore e che assomiglia, per manifestazione e dolore, al congelamento. La manifestazione del gelone è molto semplice nella sua dolorosità: le zone colpite diventano rosse e si gonfiano, provocando prurito e dolore simile a quello delle ustioni. Si tratta di un disturbo che è favorito da problemi di circolazione, da un uso regolare di farmaci vasocostrittori come i betabloccanti e anche da disturbi dell’ apparato endocrino e dalla carenza di alcune vitamine come la vitamina A, la vitamina B1 e la vitamina PP.

Nei casi più gravi si manifestano anche delle vesciche ed è importante sapere che, per quanto più comuni su mani e sui piedi, possono presentarsi anche sul viso, in particolare sul naso e sulle orecchie. Imparare a trattare velocemente la parte lesa, oltre a effettuare una prevenzione adeguata, è basilare per poter combattere il più presto possibile il dolore e le conseguenze dell’infezione.

Come trattare i geloni

Come curare i geloni

Come curare i geloni quindi? La prima cosa da fare è quella di evitare di riscaldare in maniera brusca la pelle colpita, esponendo la direttamente su fonti di calore: quando il gelone è di grado moderato bisogna sì riscaldare la parte, ma con gradualità sfruttando un calore non eccessivo. In alternativa si può immergere la parte colpita all’interno di acqua riscaldata fino a 35 °C, alla quale deve essere aggiunta dell’acqua ossigenata al fine di poter disinfettare eventuali ferite.

Per affrontare il dolore derivante dai geloni è possibile utilizzare creme o gel lenitivi: si consiglia l’aloe o olio di calendula, di arnica, di iperico o di oliva. Si tratta di rimedi naturali che consentono di ottenere risultati in fretta. In caso il gelone non guarisca in breve tempo è consigliato chiedere aiuto al proprio medico di famiglia, che potrà a seconda della lesione indicare il giusto medicinale o il giusto antibiotico da utilizzare trattare la zona colpita.

Al fine di evitare ogni anno di combattere con i geloni si può agire prevenendo la loro comparsa avendo cura di tenere adeguatamente coperte e asciutte le parti e seguendo una dieta ricca di vitamine, quindi di frutta e verdura che possano funzionare come una barriera naturale nei confronti di questo disturbo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>