Come curare le unghie dopo la ricostruzione

di Gianni Puglisi 0

Come curare le unghie dopo la ricostruzione

Molte donne scelgono la ricostruzione delle unghie per avere mani più belle e curate. È un ottimo rimedio se si ha il vizio di mangiarle o sono estremamente fragili. Purtroppo però spesso quando si elimina il gel si ritrovano danneggiate o comunque rovinate. Come si possono curare? Prima di tutto bisogna fare azione preventiva: affidatevi a un’estetista brava e preparata.

La qualità del gel, il modo in cui viene applicato e l’uso corretto della lampada possono fare la differenza. Se però notate le unghie sofferenti, trattatele prima di tutto con dei prodotti naturali. Ciò vuol dire non applicare lo smalto, ma solo dei rafforzanti e poi dovete massaggiarle con dell’olio. Mettete qualche goccia (potete usare un dosatore – le pipette che si comprano in farmacia) direttamente sull’unghia e con il polpastrello fate in modo che venga completamente assorbita.

In questa fase di recupero, oltre a rinunciare allo smalto, dovreste anche tenere le unghie corte. È un piccolo sacrificio, ma ne vale la salute delle vostre mani.  Un’altra cosa che potete fare e farà benissimo a tutta la mano è ungervele entrambe con una gran quantità di olio e poi indossare dei guanti in lattice o di cotone per un’oretta. Potete seguire questo trattamento un paio di sere a settimane, mentre vi riposate sul divano guardando la tv.

Se sono ingiallite, invece, dovete sfregare le unghie con del limone. Questo frutto oltre a renderle più chiare, vi aiuterà anche a rinforzarle. Se invece le trovate come graffiate, magari hanno delle pellicine che sembrano venire via, fate un piccolo scrub.

 

Photo Credit | Thinkstock


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>