Come decorare la casa per Capodanno

di Gianni Puglisi 1

Come decorare la casa per Capodanno

Mancano solo tre giorni al 31 dicembre, quando inizierà il conto alla rovescia per l’arrivo del nuovo anno; se avete deciso di organizzare una festa di Capodanno a casa vostra, pur se con una cerchia ristretta di amici, non potete esimervi dal decorare la casa e naturalmente la tavola del Cenone. Le cose che non devono mancare durante la serata di Capodanno sono essenzialmente tre: le decorazioni, il vischio e la musica; vediamo, quindi, come coniugare al meglio tutto.

Alle decorazioni natalizie aggiungetene delle altre a tema; per prima cosa non dovrà mancare un “kit del festeggiamento” e quindi cappellini colorati, trombette, coriandoli e stelle filanti: porteranno in casa un bel po’ di colore e daranno subito un’aria di festa. Seguendo questo filone, potete realizzare facilmente un centrotavola o una decorazione originale: in un vaso basso e quadrato o in un bicchiere sistemate dei fischietti, uno per ciascun invitato, di quelli che si allungano quando vi si soffia dentro, sarà sicuramente un pensiero gradito da tutti.

Anche i coriandoli andranno sistemati all’interno di vasi o ciotole trasparenti in modo da risaltare immediatamente sui mobili e dare un ulteriore tocco festoso alla casa. Sopra a un mobile o a una mensola in bella vista, sistemate tutte le sveglie e gli orologi di casa, ovviamente sincronizzati alla stessa ora, in modo da creare un angolo per il countdown; volendo, una bella sveglia decorata con dei nastrini e sistemata sopra ad un vassoio colorato può anche diventare un originale centrotavola.

Come decorare la casa per Capodanno

La tavola è molto importante, in quanto sarà il “teatro” del cenone; per apparecchiarla valgono più o meno le stesse regole della tavola di Natale, con alcune modifiche soprattutto sui colori; dato che i colori tipici del Capodanno sono l’oro e l’argento, scegliete piatti, sottopiatti e bicchieri con decorazioni di questi colori e per farli risaltare meglio, optate per una tovaglia bianca oppure nei toni dell’avorio. Non dimenticate dei tocchi di rosso portafortuna, come ad esempio un nastro a mo’ di portatovagliolo, oppure candele rosse a centrotavola o come decorazioni di contorno.

La tavola di Capodanno, inoltre, può essere arricchita con tanti piccoli particolari; ad esempio, potrete decorare i bicchieri con dei tocchi dorati per illuminare la tavola: vi basterà procurarvi dei normali calici di vetro e poi, con un pennarello indelebile dorato, realizzare delle decorazioni o, addirittura scrivere il nome di ogni ospite e usarli come originali segnaposto.  Anche le bottiglie di vino e di spumante possono essere decorate: attaccate al collo di ogni bottiglia un cartoncino con la scritta “Buon Anno” per renderle più originali.

Come dicevamo all’inizio, durante il cenone di Capodanno non deve mancare il vischio, da sempre considerato un portafortuna e un simbolo di buon augurio. Sistemate dei ramoscelli di vischio al soffitto o sopra alle porte: potranno essere “usati” anche dagli innamorati per scambiarsi il famoso bacio allo scoccare della mezzanotte. Questa pianta, poi, si presta benissimo ad essere usata per realizzare delle belle decorazioni, dalle ghirlande ai centrotavola passando per gli addobbi dei mobili e delle mensole: basterà lasciarne alcuni rametti dotati di bacche sui punti più in vista della stanza per ottenere un bell’effetto decorativo.

Il terzo elemento immancabile nella festa di Capodanno è la musica da scegliere, ovviamente, in tema con la serata; durante l’aperitivo e la cena bisogna sceglierne una che non disturbi le chiacchiere e che non sia troppo forte, una specie di sottofondo, quindi, come ad esempio la musica lounge. Dopo la cena, e via via che ci si avvicina alla mezzanotte, si può aumentare anche il volume dello stereo, ovviamente rispettando le norme di buon vicinato, e scegliere una musica più festaiola per accompagnare l’arrivo del nuovo anno.

Photo Credit: Thinkstock


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>