Come fare il sapone fatto in casa

di Valentina Cervelli 0

Come fare il sapone fatto in casa? Dilettarsi in questa attività  è un passatempo divertente da portare avanti in compagnia e una occasione unica per riciclare quegli avanzi di sapone che spesso non sappiamo come gestire.

Come fare il sapone fatto in casa

Creare sapone per il corpo

Fare il sapone in casa significa tra e altre cose avere un approccio eco sostenibile agli sprechi casalinghi e nella migliore delle ipotesi avere già pronti degli ottimi regali fai da te per qualsiasi occorrenza, soprattutto giocando con forme e aromatizzazioni. Quando parliamo di approccio sostenibile intendiamo che davvero si tratta di una importante azione di recupero quella che si fa tra diversi ingredienti presenti in casa.

Il sapone fatto in casa che si può utilizzare per la detersione del corpo è composto dalla sbriciolatura di vecchie saponette, ottenuta con un mixer e con un coltello. Gli scarti dovranno poi essere sciolti a bagnomaria fino a che non si otterrà una mistura omogenea: per un litro di acqua serviranno 200 grammi di sapone spezzettato.

Una volta raggiunto lo stadio dii fluidità voluta, il composto va versato all’interno di uno stampino che dovrà essere unto con dell’olio per asciugare. Una volta pronto potrà essere utilizzato secondo le esigenze. Può essere tenuto come scorta in casa per un utilizzo famigliare o essere regalato in occasioni particolari soprattutto se la forma dello stampino sarà eclettica e se si sarà aggiunto dell’olio essenziale per profumare il tutto.

Creare detergente per pavimenti e bucato

Come fare il sapone fatto in casa

Differente approccio dovrà essere usato se si vuole creare un sapone da utilizzare per lavare i panni o per le pulizie, usando questa volta ingredienti come olio esausto e soda caustica: proprio a causa di quest’ultima bisognerà fare molta attenzione nel preparare il sapone.

Ingredienti

  • 800 g di olio di semi esausto
  • 200 g di olio d’oliva
  • 1 kg di strutto
  • 600 g di acqua
  • 272 g di soda caustica
  • essenza profumata per saponi

La prima cosa da fare è riscaldare tutti i grassi e gli oli e portarli a una temperatura di 45° che dovrà essere mantenuta costante. Il un contenitore si dovrà poi versare la soda caustica in acqua aspettando che raggiunga i 45° anche essa: quando ciò avverrà bisognerà mescolare la soluzione ottenuta con gli oli sciolti miscelando il tutto con un frullatore a immersione fino a ottenere una consistenza cremosa.

Qui si potrà aggiungere l’olio essenziale della profumazione scelta per poi versare il composto negli stampi di legno o silicone che dovranno dare la forma, ricoprendo tutto con della pellicola trasparente e un panno per 24 ore in modo tale che si solidifichi. Una volta finito questo passaggio si potrà estrarre il sapone dagli stampi per ritagliarlo in pezzi. Il consiglio è quello di utilizzare guanti di gomma per ogni passaggio dato che la soda caustica potrebbe essere ancora presente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>