Come fare la spesa senza plastica

di Valentina Cervelli 0

Come fare la spesa senza plastica? Non è facilissimo e spesso la grande distribuzione non aiuta in tal senso: vediamo insieme come regolarci per affrontare questa parte della quotidianità nel modo più sostenibile possibile per l’ambiente e per noi stessi.

Come fare la spesa senza plastica

Buste da casa per una spesa senza plastica

A meno che non ci si serva da esercenti che stanno già utilizzando sacchetti biodegradabili ottenuti da mais ed altri materiali pienamente riciclabili, il primo atto di una spesa senza plastica passa per l’acquisto ed il riutilizzo di grandi buste della spesa dove tutti gli alimenti ed in generale i prodotti comprati possono essere inseriti. Questo consente di non richiedere buste di plastica o simili più difficili da smaltire. Certo, con la raccolta differenziata è possibile far sì che le stesse vengano riutilizzate anche per creare mobili od accessori, ma un consumo minore è comunque da favorire. Si può puntare sulle classiche shoppers in tela, carrelli specifici o addirittura, in caso le vendano direttamente i punti vendita, le grandi buste in tela del supermercato stesso.

Quello che si deve puntare a fare, per riuscire ad ottenere una spesa senza plastica, è tenersi il più possibile lontani dalle confezioni monouso. Questo nella maggior parte significa dire no all’acquisto “all’ingrosso” e selezionare prodotti che possano essere comprati sfusi.

Come fare spesa senza plastica

Come fare la spesa senza plastica

L’atto di acquistare prodotti non imballati è conosciuto come acquisto alla spina. Purtroppo non sempre è possibile riuscire in una spesa senza plastica completamente, soprattutto se si ha necessità di risparmiare, ma allo stesso tempo, almeno per frutta e verdura ci si può rivolgere a negozi o banchi che vendono al dettaglio: in quel caso ad essere più utilizzate sono le buste di carta e vi è la possibilità, proprio come nei negozi per l’acquisto “sfuso” di poter utilizzare i propri contenitori. Detto questo, quando si parla di questo tipo di compravendita non si può non citare detersivi, dentifrici, shampoo e cosmetici: per ciò che li riguarda, tanto quanto per farina, e caffè, esistono 15 punti vendita in Italia facenti parte del “Negozio leggero“, un progetto che per l’appunto consente di utilizzare i propri contenitori per i prodotti messi in vendita.

Anche Auchan, per ciò che consente la GDO si è aggiornata in tal senso offrendo per alcuni prodotti questa tipologia di self service. Forse una spesa totalmente senza plastica è ancora impossibile in Italia, ma è possibile consumare meno plastica con qualche piccolo accorgimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>