Come viaggiare in aereo

di Marco 0

Come viaggiare in aereo

Vi state organizzando per la vacanza e siete terrorizzati dall’aereo. Può darsi che, per molte persone, la maggiore preoccupazione non derivi tanto dalla paura di volare (per quanto sia scioccante la prima volta, può non spaventare molti di noi), ma più che altro il cruccio sono tutte le procedure burocratiche che ci vogliono per salire su un aeroplano. Se è la prima volta che salite su un aereo, allora potrebbe essere utile qualche consiglio su come viaggiare in modo sicuro e confortevole. Continuate a leggere per scoprire come viaggiare in aereo.

Fase 1: Il primo e più scontato consiglio è di partire per la prima volta con qualcuno che ha già preso l’aereo. Tutte le pratiche burocratiche e le domande sul volo potrebbero trovare subito risposta, e lo stress del primo viaggio sarà sicuramente alleviato. Se ciò non è possibile, passare al prossimo punto.

Fase 2: Conoscere alcune linee guida sui bagagli. Questa è una delle maggiori seccature del viaggio in aereo. I controlli in aeroporto sono (per fortuna) molto rigorosi sui tipi di oggetti che potete portare con voi, in particolar modo nel bagaglio a mano. Ad esempio c’è una stretta sorveglianza sui liquidi, ma anche i prodotti che potete portare nel bagaglio che finisce in stiva sono regolamentati. Le normative cambiano a seconda delle diverse compagnie aeree. Una compagnia low cost potrebbe vietare i bagagli a mano, o limitarne il peso e la grandezza, mentre le compagnie tradizionali in genere accettano bagagli a mano con una dimensione massima di 56×45×25 centimetri e il peso massimo di 5 kg, mentre il bagaglio che si lascia al check-in, nel caso superi i 20 kg, prevede il pagamento di tasse aggiuntive. Informarsi presso la propria compagnia in caso si tratti di una low-cost.

Fase 3: Se viaggiate per pochi giorni, è meglio portare solo un bagaglio a mano il più leggero possibile. Tenere in esso i documenti importanti come il passaporto (necessario all’infuori dell’Unione Europea), i biglietti, prenotazioni, ecc. Nel caso di questo tipo di viaggi, portare i cambi nel bagaglio a mano vi fa risparmiare la fila al ritiro bagagli e l’eventuale smarrimento della vostra valigia.

Fase 4: Arrivare in anticipo. Se viaggiate all’interno dei confini italiani o europei, basta arrivare circa un’ora prima in aeroporto, o anche mezz’ora prima in un periodo di poco traffico. Per i viaggi all’infuori di questi confini, ed in particolare per gli Stati Uniti, meglio arrivare almeno 2 ore prima perché i controlli saranno più lunghi. Evitare di indossare abiti larghi o ingombranti in modo che il personale di sicurezza possa controllarvi più rapidamente. Indossare scarpe che siano facili da togliere (dato che spesso viene chiesto di farlo) e non indossare abbigliamento o indumenti intimi con borchie in metallo.

Fase 5: Una volta effettuato il check-in e passato il gate con i controlli, vi tocca attendere l’apertura del corridoio che vi porterà sull’aereo. Ascoltate gli avvisi all’altoparlante per eventuali ritardi o cambi.

Fase 6: Quando l’ultimo corridoio sarà aperto, attendete in fila, mostrate il biglietto ed eventualmente il passaporto all’hostess di terra ed infine salite sull’aereo. Allacciate le cinture finché la luce che vi chiede di farlo non sarà spenta e buon viaggio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>