Cosa fare se si riceve multa all’estero in Europa?

di Valentina Cervelli Commenta

Cosa fare se si riceve multa all’estero in Europa? Di certo non si può rimanere impassibili davanti ad un effrazione che si è commessa: a seconda della gravità della stessa si dovranno affrontare diverse conseguenze. Cerchiamo di comprendere cosa può accadere.

La sicurezza stradale è un tema molto sentito nell’Unione Europea e per rendere più facile la gestione delle multe è stato inventato il sistema Cross Border attraverso lo sfruttamento di un’apposita piattaforma di informazione sui veicoli e sulle patenti. Per i seguenti reati stradali è possibile per lo stato membro dove è avvenuta l’effrazione conoscere i dati identificativi degli intestatari dei veicoli immatricolati negli altri Paesi:

  • eccesso di velocità
  • mancato uso di cinture di sicurezza
  • mancato uso del casco protettivo
  • passaggio con semaforo proiettante luce rossa
  • guida in stato di ebbrezza
  • guida sotto effetto di stupefacenti
  • circolazione su corsia vietata
  • uso indebito di telefono cellulare, o strumenti analoghi, durante la guida.

A seconda degli Stati si può incorrere in sanzioni di tipo amministrativo o  trovarsi contestualmente a ricevere una multa ed a risponderne a livello penale e civile. Essi sono obbligati a spedire, al proprietario del veicolo o alla persona altrimenti ritenuta responsabile, la cosiddetta lettera di informazione insieme a quella che viene definita “notifica a persona residente all’estero”: essa deve essere dettagliata e riportare più informazioni possibili. In alcuni casi potrebbe essere presente un modulo di risposta: prima di rispondere è bene dotarsi di un avvocato.

Questo perché come sottolineato in precedenza, sono differenti le contestazioni che è possibile ricevere. Nel caso della semplice multa e quindi di sanzione amministrativa di solito la riscossione avviene tramite l’ufficio preposto del nostro paese su segnalazione di quello estero. In caso vi sia bisogno di risponderne civilmente o penalmente è necessaria l’assistenza legale.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>