Come curare l’eritema solare

di Mariposa Commenta

L’eritema solare è un problema abbastanza classico, soprattutto se si ha la pelle molto chiara o se si soffre di infiammazione da cibo o si hanno delle ipersensibilità alimentari. L’esposizione al sole può causare questa fastidiosa eruzione cutanea, che si presenta con chiazze in rilievo, con aspetto a grattugia; le aree più colpite sono in genere il petto e il volto, le giunture (dietro le ginocchia o nei gomiti) comunque quelle più esposte al sole.

abbronzatura perfetta

L’eritema provoca un intenso prurito e un forte pizzicore, spesso simile al bruciore, quando ci si immerge in acqua salata. Come si cura? Prima di tutto si previene, indossando abiti coprenti e traspiranti (per esempio kaftani chiari con le maniche lunghe) ed evitando l’esposizione diretta al sole. Usate una protezione alta, possibilmente a base d’acqua, e prendete il sole dalle 8 alle 10 e dalle 16.30 fino a sera.

È poi molto importante seguire una dieta a base di tanta frutta e verdura, soprattutto di colore rosso (dalle carote all’anguria). Se poi avete scelto un approccio farmacologico, il medico prescriverà dei prodotti a base di lidocaina e benzocaina accompagnando al paracetamolo o all’aspirina in caso di febbre. Ci sono poi delle pomate che dovrebbe alleviare il fastidio.

Per i prodotti naturali, sicuramente il gel all’aloe vera è un ottimo punto di partenza e vi darà eccellenti risultati. Per decongestionare si possono usare anche le patate, tagliate a fettine e appoggiate direttamente sulla pelle arrossata. I risultati non saranno immediati, ma la patata tende ad assorbire l’infiammazione. Potete sostituire questo tubero con le mele.

 

Photo Credits | Thinkstock


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>