Come inserire una lavatrice in cucina

di Valentina Cervelli Commenta

Come inserire una lavatrice in cucina? Non si tratta di un task estremamente difficile: sebbene di solito questo elettrodomestico venga inserito nel bagno o in una stanza apposita non è affatto un problema farlo diventare parte di questa tanto trafficata stanza.

Quel che si fa di solito quando si vuole o si deve (magari in caso di scarsa metratura dell’abitazione, N.d.R.) inserire una lavatrice in cucina è puntare alla giusta mimetizzazione: in fin dei conti il vero “problema” che può rappresentare la sua presenza è di tipo estetico. Qualcosa di facilmente scavalcabile dato che la maggior parte delle soluzioni che prevedono la presenza della lavatrice in cucina sono proprio costruite attorno alla sua presenza.

Ad ogni modo la prima cosa da fare in questi casi è senza dubbio il  valutare bene quanto spazio si abbia a disposizione: è questo primo passo basilare che consente di scegliere la lavatrice giusta per la propria cucina. Oblò,  apertura centrale o dall’altro: sono questi i particolari più importanti di cui tenere conto. Insieme alla tonalità della struttura della stessa.

Per fortuna il mercato offre molte soluzioni, perfettamente adattabili a qualsiasi cucina. Un consiglio: prima dell’installazione è bene consigliarsi con un idraulico che possa suggerire l’installazione, se necessaria, di componenti aggiuntivi all’impianto al fine di evitare trabocchi e perdite. Per il resto è tutto un problema di mimetizzazione: tendine, mobili appositamente creati, piccoli gioielli artigianali. L’importante è adeguarsi allo stile ed al colore dell’ambiente. Il resto viene praticamente da sé regalando alla persona una cucina funzionale al top e gradevole da vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>