Come irrigare con il metodo delle olle

di Valentina Cervelli Commenta

Come irrigare con il metodo delle olle? Quando si coltiva un orto o si dà vita ad un giardino vi è la necessità di assicurarsi che il terreno sia bagnato il giusto. Scopriamo insieme come funziona questo approccio ancora usato correntemente.

L’olla è una  particolare tipo di anfora di terracotta che consente di rilasciare in modo costante ma non eccessivo l’acqua nel terreno: questa metodologia di irrigazione è facilmente riproducibile senza troppa difficoltà nel proprio spazio verde. Ovviamente è necessario per prima cosa trovare effettivamente questo vaso. Nello specifico parliamo di un orcio in terracotta di tipo panciuto e dotato di coperto che veniva utilizzato anche presso i romani nell’antichità. L’unica cosa che bisogna fare una volta trovato è quello di sotterrarlo nel terreno. Questa particolare anfora è una vera e propria riserva di acqua che grazie alla capacità del suo materiale di far traspirare l’acqua consente un trasudo pressoché continuo, soddisfacendo in questo modo la necessità idrica delle radici.

Una irrigazione a “goccia” di tipo particolare. Utilizzare questo metodo consente di diradare le innaffiature e quindi di ottenere un certo risparmio di acqua. Reperire questi vasi non è difficile: essi vengono venduti nei negozi specializzati e nella maggior parte dei vivai. Questo consente di poter diradare le irrigazioni dirette e di ovviare, in alcuni momenti, alla difficoltà nel trovare il momento giusto per annaffiare le proprie piante. Ovviamente non è sufficiente per una coltura autonoma, ma può rivelarsi un ottimo aiuto per coloro che coltivano ortaggi o fiori all’aperto.

Photo Credits | Ann Louise Hagevi / Shutterstock.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>