Come assicurare il bagaglio aereo

di Daniela Commenta

perdere bagaglio aereo

Si avvicina il tempo della partenza per le vacanze estive e, soprattutto se il viaggio sarà lungo, inevitabilmente il pensiero va al bagaglio: non so voi, ma io ogni volta che prendo l’aereo sono sempre preoccupata che la mia valigia vada persa. Di certo non si può prendere né prevenire questo spiacevole inconveniente, ma almeno si possono limitare i danni; come? Assicurando il bagaglio.

Diciamocelo pure: perdere la valigia è una gran seccatura, anche se il viaggio è breve, del resto all’interno ci sono tutte le nostre cose personali e non averle con noi potrebbe causare diversi disagi. Per essere almeno tranquilli del fatto che, in caso di smarrimento, la valigia ci verrà restituita il prima possibile, la soluzione migliore è assicurarla.

Anche proteggere la valigia da eventuali urti è importante; per prima cosa, quindi recatevi ai punti security bag presenti in tutti i principali aeroporti: in pratica si tratta di avvolgere i bagagli in vari strati di plastica trasparente, tipo pellicola per intenderci, in modo da graffiarsi o macchiarsi durante gli urti.

Per quanto riguarda le assicurazioni, tutte le compagnie aeree offrono delle polizze assicurative che, pur essendo diverse l’una dall’altra, hanno più o meno le stesse caratteristiche di base ossia: includono il valore degli oggetti presenti nella valigia, oltre a quello che indossiamo, accessori compresi, al momento del viaggio. Inoltre, se la valigia non è smarrita ma solo in ritardo, alcune polizze prevedono il rimborso per l’acquisto di altri beni, ad esempio vestiti, che vi serviranno nel frattempo; ovviamente dovrete stare entro i limiti di una certa cifra e dimostrare la spesa con lo scontrino fiscale.

Attenzione agli oggetti di valore, come gioielli o dispositivi tecnologici, che vengono rimborsati solo al 50%; nessuna copertura assicurativa, invece, per soldi e documenti che, quindi, dovrete tenere sempre con voi.

In caso di smarrimento della valigia, denunciate subito il fatto all’aeroporto, alla compagnia aeree, alla ditta di trasporti che avete utilizzato e anche all’albergo. Ovviamente, speriamo di non doversi mai trovare in questa spiacevole situazione, ma visto che non si sa mai, meglio premunirsi in anticipo.

 

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>