Come contestare una cartella di Equitalia

di Mariposa 1

Come contestare una cartella di Equitalia

Quando suona il campanello di casa e trovi il postino con una bella raccomandata di Equitalia, la paura ti assale. È normale, coglie tutti, anche perché nella maggior parte dei casi sono grane, alquanto salate. Purtroppo sia che l’accertamento fiscale sia errato sia che l’agenzia delle entrate abbia ragione a batter cassa, vuol dire intraprendere un iter abbastanza faticoso, non sempre facile da comprendere. Come si può fare ricorso? Questo è la strada che si segue quando non si può né annullare né sospendere la cartella. Il primo consiglio è quello di farsi assistere dal proprio commercialista.

Verificate con il vostro esperto di fiducia la richiesta di Equitalia, poi se c’è la convinzione che questi soldi non debbano essere versati potete rivolgervi all’agenzia per ottenere uno sgravio. Con questo termine si intende annullare o ridurre la somma richiesta da versare. Il vostro commercialista vi dirà che potete difendervi in due modi: chiedere l’autotutela o fare ricorso.

In caso di ricorso è necessario presentare domanda alla commissione tributaria, entro i termini temporali indicati nella stessa cartella. I tempi di solito sono di 60 giorni per l’accertamento esecutivo e di 150 per accertamento con adesione (60 + 90 di sospensione del termine) e consiste una sorta di “patteggiamento” col fisco della somma da versare con la riduzione delle sanzioni a 1/3 del minimo. È ovviamente un procedura che ha un costo, perché fallito il ricorso il contribuente avrà a carico ovviamente le sue tasse (che potrebbero essere ridotte) più la spese di bollo della pratica.

Si stima che il ricorso al giudice tributario comporta il pagamento di un contributo unificato che va da 30 euro (per le cause di valore fino a 2.583,28 euro) fino a 1.500 euro (per le cause di valore superiore a 200mila euro). Queste ovviamente sono le prime cose da sapere, poi la strada migliore deve essere fatta privatamente, considerando la propria reale situazione e con ricevute alla mano. Equitalia ha bisogno di prove.

 

Photo Credit | ThinkStock

 


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>