Come fare iniezione sottocutanea al cane

di Valentina Cervelli 0

Come fare un’iniezione sottocutanea al cane? Possedere questo animale potrebbe portare prima o poi qualsiasi padrone a dover essere costretto a eseguire questa procedura: vediamo insieme come fare senza troppi traumi sia per il cane che per il suo padrone.

Come fare iniezione sottocutanea al cane

Si può fare a casa da soli

Va detto che nonostante il timore che una persona può avere a eseguirle sul proprio animale, le iniezioni sottocutanee sono le più semplici da affrontare, sia se si necessita di inoculare i farmaci sia se si tratta di vaccini. Va detto che questa tipologia di iniezione è facilmente eseguibile anche in casa, senza che sia il veterinario a occuparsene: non si parla infatti di punture endovenose o intramuscolari per i quali non solo c’è bisogno di uno studio importante della anatomia del cane ma anche di una certa esperienza nell’esecuzione.

Per poter fare un’iniezione sottocutanea al proprio cane vi è bisogno ovviamente di una siringa adeguata, del farmaco da iniettare e come accade anche per gli umani di un batuffolo di cotone e del disinfettante ai quali bisogna aggiungere pazienza, comprensione e dolcezza nei confronti degli animali, che potranno essere spaventati. Se si riesce a tenere a bada l’ansia del proprio animale si è già a metà percorso.

I passaggi dell’iniezione sottocutanea

Come fare iniezione sottocutanea al cane

Fare un’iniezione sottocutanea al cane non è difficile, anzi : il procedimento da seguire è molto semplice ma al contempo delicato. La prima cosa da fare è quella di tranquillizzare il proprio cane prima dell’iniezione. E’ importante che il padrone non trasmetta ansia al proprio amico a quattro zampe: questo è basilare affinché il cane non associ questo momento a qualcosa di poco piacevole. Per tale ragione, prima di eseguire la procedura è bene rassicurare e coccolare l’animale in modo tale che arrivi calmo al momento. Bisogna quindi preparare il farmaco da iniettare: questo si fa inserendo la siringa all’interno del farmaco prescritto avendo cura di far uscire tutta l’aria dalla siringa, che dovrà risultare piena per la quantità di medicinale stabilita. Come accade per gli umani bisognerà far uscire un po’ di liquido dall’ago per avere la certezza che non vi siano bolle di aria.

Ovviamente bisogna poi fare attenzione a selezionare il punto dove eseguire la puntura sottocutanea: di solito si sceglie una zona del cane dove vi sia più pelle come il collo, tra le scapole o sul fianco: si tratta di un piccolo trucco per evitare che l’animale senta troppo fastidio durante l’inserimento dell’ago. La pelle deve essere sollevata con due dita in modo tale da separarla dal muscolo e l’ago va infilato nel mezzo facendo una leggera pressione: una volta che è fuoriuscito tutto il farmaco sottopelle si può estrarre e disinfettare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>