Come imparare dagli errori sul lavoro

di Valentina Cervelli 0

Come imparare dagli errori sul lavoro? Soprattutto quando si sbaglia sul lavoro si tende a colpevolizzarsi e nell’ansia della situazione che potenzialmente può scaturire non si riesce quasi mai a trarre una lezione utile da ciò che accade. Vediamo insieme come imparare a farlo.

Come imparare dagli errori sul lavoro

Sbagliare non è segno di debolezza

È importante partire da un presupposto: tutti possono sbagliare. Questo però non deve limitare l’esistenza della persona che al contrario può imparare prima di tutto a non commettere lo stesso errore e poi a reagire al meglio facendo di un simile “incidente” una occasione per migliorare se stesso e anche il proprio approccio al lavoro. Certo, l’errore di per se stesso in alcuni ambiti può essere considerato come un segno di debolezza: deve essere la persona a far sì che lo stesso possa dare modo di raggiungere qualcosa di positivo.

L’atychiphobia, ovvero la paura di sbagliare, è una sensazione che almeno una volta nella vita abbiamo provato tutti: si tratta qualcosa di considerabile normale ma allo stesso tempo da combattere proprio sfruttandola come una occasione di crescita.  È importante comprendere che è impossibile non avere proprio paura di niente e che gli sbagli sono il modo migliore per imparare a non commettere più errori: questo perché fanno parte del percorso di apprendimento di ognuno di noi.

È importante non caricarsi di pressioni inutili: spesso è proprio la troppa paura di sbagliare che porta a compiere errori. Bisogna al contrario farsi stimolare ad avere maggiore attenzione, per raggiungere il top delle proprie possibilità.

Uscire dalla propria comfort zone per migliorare

Come imparare dagli errori sul lavoro

Per imparare dai propri errori sul posto di lavoro una delle cose che ci si deve sforzare di fare è quella di uscire dalla propria comfort zone: il rimanere sempre in una situazione di comodo rischia di far scemare l’attenzione e di conseguenza portare a fare errori. È meglio sperimentare e in questo modo combattere direttamente la paura di sbagliare e allo stesso tempo imparare a fare meno errori proprio per via della maggiore cura usata nella gestione delle situazioni.

E se impegnarsi in mansioni più difficili è una lezione che è possibile imparare da un errore compiuto, altro insegnamento che è possibile trarre è quello di affidarsi alla propria squadra di lavoro nel caso se ne abbia una a disposizione. Grazie ai colleghi si può infatti contare su maggiori risorse e apprendere nuove competenze. E importante: quando si lavora bene, ci si deve complimentare con se stessi per i risultati raggiunti, aiutando la propria autostima e di conseguenza il proprio lavoro a crescere in qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>