Come mantenere la calma al lavoro

di Valentina Cervelli Commenta

Come mantenere la calma al lavoro anche nel momento in cui tutto sembra andare storto e si rischia di perdere tempo inutilmente? Riuscire a gestire le proprie mansioni nonostante delle condizioni non perfette diventa una sorta di impresa. Ecco alcuni trucchi per poter mantenere la propria professionalità in ogni occasione.

Respirazione

Riuscire a gestire la propria respirazione diventa basilare per dare all’organismo ed alla propria mente il tempo e la capacità di non lasciarsi travolgere dalla rabbia e dall’impulsività. Non è necessario essere delle persone impegnate nella meditazione. Basta chiudere gli occhi e prendere almeno 3 o 4 respiri profondi. Il maggiore apporto di ossigeno e la concentrazione necessaria a questo tipo di respirazione porteranno la persona in uno stato di benessere quasi involontario.

Distrarre la mente

A seconda del contesto o della propria mansione è possibile riuscire a distrarre la mente in modi differenti: l’importante è non focalizzare l’attenzione sulla persona o sull’evento che ha causato il problema sul lavoro. Non è semplice ignorare qualcosa che non va o un ingiustizia subita ma se si vuole riuscire a rimanere produttivi diventa gioco forza. E’ possibile farlo pensando a qualcosa di differente, ascoltando della musica se si ha la possibilità di farlo in base alla propria mansione o andando al bagno a rinfrescarsi il viso.

Esprimere il proprio dissenso in modo educato

L’evitare l’impulsività non significa per forza di cose stare zitti: il proprio punto di vista, se il problema è con un collega, può essere espresso senza problema alcuno. Basta che si faccia con giudizio e educazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>