Come raccontare la guerra ai bambini

di Valentina Cervelli 0

Come raccontare la guerra ai bambini? Si tratta di un tema molto delicato che deve essere però affrontato nel modo giusto per far sì che gli stessi capiscano ma non ne escano traumatizzati: analogamente si dovrà fare con gli adolescenti.

Come raccontare la guerra ai bambini

Raccontare la guerra attraverso la verità

Come spiegano gli psicoterapeuti infantili, affrontare l’argomento in questo particolare periodo storico, in seguito all’attacco della Russia sull’Ucraina, diventa basilare soprattutto per via del modo in cui gli adolescenti, ma anche i bambini hanno accesso alle informazioni. Esse non sono completamente sotto il controllo dei genitori, grazie al facile accesso al web e ai media: ragione per la quale gli adulti devono essere pronti ad affrontare il discorso nel modo giusto.

Esiste un modo corretto di raccontare la guerra ai bambini?  Di certo si tratta di qualcosa di molto delicato e se rispondere alle loro domande è un buon punto di partenza, non sempre è sufficiente. Anche quando queste sono ben formulate può esserci difficoltà nel trovare una risposta. Sta quindi al genitore trovare il modo più adatto di raccontare la verità ai propri figli, basandosi sul carattere di questi ultimi e di come in generale reagiscono alle informazioni.

Ecco quindi che diventa necessario, secondo i terapeuti, spingere i bambini e gli adolescenti a fare domande sulla guerra, in modo tale da trovare insieme il giusto percorso per spiegarla. Perché, attenzione, talvolta anche per gli adulti è difficile spiegarsi un simile concetto. Stimolare la domanda, la curiosità, può essere la base sulla quale sostenere i bambini e i ragazzi nel convivere con l’idea della guerra, una novità per loro tanto quanto per i loro genitori che nel corso della loro adolescenza, pur vivendola come lontana, hanno avuto modo di gestire prima dell’avvento dei social, le informazioni legate al conflitto nella ex Jugoslavia e nel Kosovo, per citarne un paio.

Aiutare i bambini a capire e gestire la paura

Come raccontare la guerra ai bambini

Raccontare la guerra ai bambini significa anche aiutarli ad affrontare le immagini davanti alle quali potrebbero trovarsi davanti. La paura, purtroppo, è un sentimento inevitabile sia per i grandi che per i più piccoli in un simile contesto. Per combattere questo sentimento bisogna avere a che fare con la verità. Solo affrontandola, ovviamene nel modo giusto e aiutando nella sua codificazione sarà possibile essere di effettivo aiuto ai bambini. E come farlo nel modo giusto? Ammettendo con i più piccoli che effettivamente la guerra fa paura anche a noi, tentando di spiegare perché in alcuni casi si arrivi a questo punto e che avere paura è normale.

In questo modo i bambini avranno fiducia negli adulti e cercheranno di assorbire da noi l’atteggiamento migliore da avere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>