Come dormire al top: cosa fare

di Valentina Cervelli 0

Come dormire al top? Spesso non ci rendiamo conto che la nostra insonnia possa dipendere da particolari azioni o presenze alle quali non facciamo caso.  Vediamo come riuscire ad assicurarci ottime ore di sonno.

Come dormire al top: cosa fare

Come dormire bene con piccoli accorgimenti

Soffrire di disturbi del sonno può a lungo andare avere effetti sull’organismo: per questa ragione è importante assicurarsi sempre un riposo soddisfacente. E per raggiungere questo obiettivo organizzare la propria camera da letto nel modo giusto è basilare. Per quanto sembri strano anche il colore delle pareti può avere la sua influenza: è importante, a ogni modo, che la stanza risulti rilassante, il letto comodo e adatto a sostenere in maniera adeguata il corpo della persona che ci si corica.

Diventa molto importante vivere al meglio la stanza da letto anche nel corso della giornata. Per tal motivo la camera deve essere luminosa il più possibile senza risultare però fastidiosa. Questo significa dare vita ai tendaggi dai colori e dai tessuti lievi in modo che la luce venga leggermente schermata senza però dover rinunciare ai suoi benefici. Si vuole leggere prima di dormire? È importante poter contare su lampade che forniscano luce indiretta che non stanca e che tra l’altro favorisce l’addormentarsi.

Allo stesso tempo diventa basilare gestire bene i propri dispositivi elettronici: essi emettono una luce che può rivelarsi estremamente deleteria nel garantire un sonno riposante e rilassante. Ecco quindi che si dovrebbe evitare di usare cellulari e tablet prima di andare a letto e nel caso li si voglia sfruttare, è bene premunirsi di occhiali che schermino la luce blu da loro prodotta.

Inseriamo piante che purificano l’aria

Come dormire al top: cosa fare

Come dormire al top? Passa anche per il verde che inseriamo all’interno delle nostre stanze: esso deve essere presente nella misura in cui non presenta per noi un problema con la sua produzione di anidride carbonica.  Quindi si può puntare a dare spazio a qualche pianta che dia un tocco elegante e rilassante ma senza esagerare. E magari puntare su piante come la Sansevieria o la Zamioculcas che sono dei purificatori di aria naturale visto che di notte assorbono anidride carbonica.

Infine, ma non per importanza, si deve cercare di dar vita a tutte quelle pratiche o strategie che offrono relax o che sappiamo siano in grado di calmarci. Si può ascoltare della musica particolarmente amata, meditare, leggere un libro o una rivista o dedicarsi alla propria beauty routine. Tutto ciò che dà modo di rilassarsi aiuta nel dormire meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>