Come estrarre spine e schegge dalle mani

di Valentina Cervelli Commenta

Come estrarre spine e schegge dalle mani? Purtroppo si tratta di incidenti molto comuni, soprattutto con l’arrivo delle vacanze ed il lasciarsi andare ad attività particolari senza le giuste protezioni per le mani. Vediamo insieme come regolarci.

Spine e schegge possono rivelarsi davvero fastidiose ed in alcuni casi dolorose: riuscire ad eliminarle il più presto possibile è basilare per non trovarsi a dover sopportare questi corpi estranei a lungo. La prima cosa da fare è lavare bene la parte con acqua fresca, possibilmente anche con del sapone ed asciugare bene la parte lesa: questo sere ad evitare che l’oggetto, penetrato sotto pelle, possa causare un’infezione. Fatto ciò si può tentare di estrarlo. Ovviamente, se la spina o scheggia presentano una parte che sporge all’esterno, l’azione ideale da intraprendere è quella di utilizzare per l’estrazione le classiche pinzette da trucco, dopo averle lavate e disinfettate. Bisogna mettere in conto un po’ di dolore, ricordando che lo stesso sarà passeggero.

Cosa fare se mentre tentiamo di tirarle fuori la spina o la scheggia si spezzano? In tal caso è importante recuperare  un ago disinfettato con alcol o acqua ossigenata e creare con lo stesso, uno spazio tale da consentire un’estrazione più facile dell’ultimo pezzo rimasto sotto la pelle.  Una volta riusciti nell’intento bisogna disinfettare, apporre un cerotto  e tenere la parte coperta per due giorni. Con le spine si può anche avere pazienza ed aspettare il rinnovo delle cellule epiteliali: essa verrà espulsa da sola, ma non possiamo assicurare che nei 10 giorni di durata dell’intero processo la stessa non risulti fastidiosa.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>