Come fare insalata di riso alternativa

di Valentina Cervelli Commenta

Come fare un’insalata di riso di alternativa? Per motivi di salute o semplicemente per gusto ci si potrebbe trovare nelle condizioni di cercare alternative agli ingredienti classici della pietanza: vediamo come regolarci.

La prima cosa alla quale pensare è il riso: niente di così eccezionale, ma per quel che riguarda la base ci si potrebbe dover discostare dal classico cereale da risotto.  Se si hanno problemi di diabete o altre patologie per le quali è importante consumare alimenti a basso indice glicemico il consiglio è quello di puntare sul riso basmati, che tra l’altro mantiene molto bene la cottura ed è molto aromatico. Se invece si vuole semplicemente qualcosa di diverso, il riso venere è un’ottima e colorata alternativa.

Passiamo ora ai condimenti: chi segue un regime alimentare vegano ovviamente dovrà puntare su sostituti di questa salsa privi di uovo se vuole aggiungere al suo piatto quel pizzico di consistenza morbida in più. Più generalmente però, per fare un’insalata di riso alternativa basta selezionare degli ingredienti differenti dalla ricetta originale. Una delle possibilità è quella di condirla con del pesce: adatte a questa opzione sono le seppioline, le cozze,  piccoli bocconcini di salmone o tonno crudo. La maggior parte dei molluschi e degli ingredienti, come ad esempio il polpo, devono essere perlomeno scottati velocemente dentro l’acqua che bolle, giusto il tempo di ammorbidirsi. Inserirli crudi, a meno che non sia abbia la certezza della provenienza e del loro stato di salute è fortemente sconsigliato. Non devono mancare, in questa versione dell’insalata di riso, zest o succo di limone o una leggera grattugiata di radice di zenzero.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>