Come fare per non sforzare la voce

di Valentina Cervelli 0

Come fare per non sforzare la voce? Sono molte le persone che per svariati motivi, soprattutto professionali, si ritrovano a fine giornata con mal di gola ed abbassamenti vocali per via del troppo utilizzo: scopriamo insieme come proteggere le corde vocali.

Come fare per non sforzare la voce

Iniziare a sfruttare bene questo nostro strumento è la prima cosa da fare: quel che bisogna tentare è di inviare la giusta quantità di aria alle corde vocali mantenendo il flusso il più possibile costante. Ci si può affidare in tal senso ai consigli dei logopedisti o a quelli riscontrabili in libri, podcast o video di vocal trainer che di solito insegnano questi trucchi ai propri allievi per migliorarne l’intonazione.

Il concetto di base è lo stesso: le corde vocali devono essere in grado di eseguire una certa perfomance senza per questo stancarsi troppo: ecco quindi che molti vocalizzi possono essere sfruttati proprio per imparare a mandare verso l’organo la giusta quantità d’aria: gug, gag, mum, mam, nou, ney, na sono i più sfruttati in base ai risultati ottenibili. E bastano circa venti minuti al giorno per tre settimane per riuscire nell’impresa ed ottenere una voce più forte ma senza sforzo alcuno.

Mantenere la giusta idratazione è un’altra cosa importante da assicurarsi: bere dell’acqua ad intervalli regolari, soprattutto se si deve parlare molto in pubblico per motivi professionali, darà modo alle corde vocali di non stressarsi eccessivamente ed al cavo orale di non irritarsi. E se questo non dovesse bastare è il caso di modificare anche il tono della voce, portando le persone ad ascoltare per forza: decisione, tono basso e stabile possono compiere miracoli con la giusta audience.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>