Come sistemare i capelli con la ricostruzione?

di Valentina Cervelli Commenta

Come sistemare i capelli con la ricostruzione? Essa rappresenta una delle soluzioni più interessanti da utilizzare per ridare vita ai capelli secchi e sfibrati. Curioso particolare: essa può essere fatta sia in casa che in salone.

Prima di tutto è importante verificare se il capello sia “adatto” a subire una ricostruzione. Bisogna verificare che il film idro-lipidico del capello, la sua protezione, si sia indebolito. Come riconoscere tutto ciò? Le scaglie di cui è composto il fusto iniziano a sollevarsi e a staccarsi dai capelli portando la chioma ad apparire secca e sbiadita. Quando l’acqua viene a contatto con il capello viene immediatamente assorbita se fatta gocciolare e non rimane sulla superficie. E’ necessario agire in questi casi perché anche la cheratina che si trova all’interno viene distrutta.

Ovviamente è preferibile recarsi da un parrucchiere o da un estetista esperto per sottoporsi a questo trattamento. Essa può essere a caldo o a freddo e solitamente unita all’applicazione di specifici prodotto. La ricostruzione del capello con cheratina è la più conosciuta e diffusa: essa punta a dare nuovamente al capello la cheratina perduta. Grazie alla sua non aggressività può essere fatta una volta al mese ed è composta da uno shampoo speciale più maschera alla cheratina+ maschera ristrutturante.

Vi è poi la ricostruzione all’acido ialuronico attraverso l’apposizione di un siero sui capelli: essa funziona come una sorta di filler, al pari della ricostruzione a base di collagene. Essa viene eseguita nei saloni e può essere di tipo chimico o naturale. Per chi ama il fai da te e vuole spendere meno esistono specifici prodotti atti alla ricostruzione da utilizzare da soli in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>