Come curare le unghie fragili

di Valentina Cervelli 0

Come curare le unghie fragili? Sono molte le cause che possono portare a una sofferenza di questa nostra parte di organismo: cerchiamo di comprendere insieme come prenderci cura di noi stessi da questo punto di vista.

Come curare le unghie fragili

Rimedi per unghie fragili

Non sempre è possibile avere delle mani curatissime e impeccabili. Se dal punto estetico il problema può essere considerato relativo (non è detto che si debba per forza indossare smalto o avere il french, N.d.R) di diverso avviso dobbiamo essere se le nostre mani presentano problemi di salute come fragilità e sfaldamento.

Per le donne, che vorrebbero farsele crescere magari un po’ di più rispetto al classico taglio corto, questo può rappresentare un problema ancora più grave perché rende impossibile anche l’applicazione di smalti. Come comportarsi? La prima cosa da fare, quella più veloce, è quella di recarsi in una farmacia o in una profumeria e comprare un olio o smalto rinforzante: ve ne sono in commercio di differenti tipi e tonalità.

Non è detto però che per curare le unghie fragili sia per forza necessario affidarsi a prodotti pre-confezionati: molti di essi sono stati creati utilizzando prodotti naturali che abbiamo in casa. Se ci manca il tempo di uscire o vogliamo provare il fai da te, in questo caso i rimedi naturali sono di facile applicazione.

Curare le unghie fragili

Come curare le unghie fragili

Per affrontare bene il problema delle unghie che si sfaldano bisogna partire da un presupposto: spesso quando le unghie si rompono con facilità e si sfaldano alla base vi è una carenza di tipo nutrizionale. Ecco quindi che seguire una dieta equilibrata con l’apporto giusto di nutrienti può risolvere il problema alla base.

In quanto ai  prodotti da poter utilizzare il tè all’ortica è senza dubbio uno dei rimedi migliori da usare. Le foglie di ortica sono considerati da secoli  perfetti per favorire sia la crescita dei capelli sia quella delle unghie. È consigliato bere una tisana al giorno, al mattino o alla sera prima di dormire.

Anche il succo di limone e l’acqua tiepida possono avere un ottimo effetto rinforzante: basta riempire una ciotola ampia con acqua tiepida e spremervi all’interno mezzo limone, per poi immergervi le mani dentro per circa 15 minuti, almeno 3 o 4 volte alla settimana.

Un consiglio importante: soprattutto se si è abituati a eseguire sulle proprie unghie ricostruzioni in gel o acrilico, è bene ogni tanto far riposare e respirare il letto ungueale, assicurandosi anche con l’alimentazione e prodotti specifici di favorire la loro “manutenzione”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>