Come fare il lievito

di Gianni Puglisi 0

Come fare il lievito

Per ottenere il meglio dai nostri impasti e renderli voluminosi siamo abituati a comperare il lievito in polvere o solido (ma comunque con base chimica). Quanti di voi sanno che esiste anche un lievito assolutamente naturale da preparare in casa? E allora approfittiamo delle prossime festività di Pasqua per dedicarci alla preparazione di un lievito, che potrà tornarci utile approntare gustosissimi dolci tipici di questo periodo dell’anno.

Siete curiosi di sapere come fare il lievito naturale in casa? E allora seguiteci in questa breve spiegazione e troverete un metodo veloce ed uno leggermente più elaborato per far lievitare i vostri impasti in modo miracoloso.

Come fare il lievito con bicarbonato e limone

Se avete dimenticato di comperare il lievito in polvere per i vostri impasti, potete ovviare mescolando due cucchiai di bicarbonato di sodio ed il succo di mezzo limone. Questa operazione va compiuta quando avrete già mescolato tutti gli ingredienti del vostro dolce, giusto qualche minuto prima di infornare. Occorre essere veloci nella preparazione ed amalgamare bene la soluzione ottenuta con gli ingredienti del dolce, quindi infornare ed evitare di aprire il forno fino al termine della cottura.

Come fare il lievito madre

Il lievito madre necessita invece di una lunga preparazione, ma in compenso è lungo anche il tempo di conservazione. Per preparare il lievito madre occorrono pochi e semplici ingredienti:

  • 200 grammi di farina
  • 90 grammi di acqua
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaio di miele

L’inizio della preparazione è abbastanza semplice, poiché basta mescolare tutti gli ingredienti (si può utilizzare la macchina per l’impasto, ma è sempre meglio procedere a mano), chiudere l’impasto in un contenitore di vetro e lasciarlo riposare per un paio di giorni a temperatura ambiente.

Trascorsi i due giorni, di divide l’impasto in due parti e di aggiungono 100 grammi di farina e 45 grammi di acqua (questa operazione di chiama rinfresco) e si lascia riposare il tutto per altri due giorni. Dopo 48 ore si divide nuovamente l’impasto in due parti, si aggiungono ancora 100 grammi di farina e 45 di acqua e si lascia riposare in frigo per cinque giorni. Quest’ultima operazione va compiuta almeno altre due volte prima di poter utilizzare il lievito fatto in casa. Ricordate che i rinfreschi sono illimitati nel tempo e che basta ogni volta dimezzare l’impasto ed aggiungere farina ed acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>