Come fare le pulizie di primavera

di Daniela Commenta

Con l’arrivo della bella stagione anche la propria casa ha bisogno di uscire dal torpore invernale e godersi il tiepido sole di marzo e aprile; è arrivato, quindi, il momento di rimboccarsi le maniche e dedicarsi alle proverbiali pulizie di primavera; ecco quindi, qualche idea per rimettere a nuovo ogni angolo della vostra casa, utilizzando degli ottimi rimedi della nonna in alternativa ai detersivi chimici molto spesso dannosi e inutilmente aggressivi.

Per pulire i pavimenti, invece di ricorrere ai tradizionali detersivi, si può usare una soluzione dall’alto potere sgrassante composta da un bicchiere di aceto di vino bianco da sciogliere in un secchio di acqua calda; non preoccupatevi per l’odore forte che lascia, dato che scompare in pochi minuti.

Per pulire i vetri potete usare della carta di un giornale quotidiano bagnato con acqua: dopo un paio di passate i vostri vetri saranno nuovamente brillanti grazie ai componenti e agli inchiostri della carta di giornale; per togliere dai vetri le tracce lasciate dagli insetti, passate l’aceto di vino bianco: questa sostanza, oltre a detergere i vetri servirà a tenere lontani gli insetti anche dopo.

Per sgrassare i fornelli potete usare una soluzione composta da acqua calda e bicarbonato da passare con una spugna imbevuta: grazie alla sua azione emolliente il grasso si scioglierà velocemente; per rendere più lucidi i fornelli in acciaio, invece, usate l’aceto di vino bianco. Per pulire il lavello della cucina preparate una specie di pasta ricavata mescolando acqua calda e bicarbonato di sodio, che possiede anche un ottimo effetto igienizzante. Per profumare il frigorifero, dopo averlo pulito con abbondante acqua, sistemate all’interno una caraffa con dell’aceto bollente, lasciate evaporare e poi ripassate il frigo con dell’acqua calda.

Per quanto riguarda il forno, fate attenzione ai prodotti chimici che lasciano residui molto tossici, usate piuttosto del succo di limone, l’aceto il bicarbonato; nel caso in cui il forno sia molto incrostato, lasciate all’interno per una notte, una pentola d’acqua calda all’interno della quale avrete sciolto un bicchiere di ammoniaca: vedrete che al mattino le incrostazioni andranno via facilmente.

Passiamo ora ai mobili; per spolverare quelli in formica o in laminato potete usare una soluzione da sistemare all’interno di uno spruzzino composta da tre quarti d’acqua e un quarto d’aceto, oppure usato della semplice acqua saponata, dopodiché risciacquate con abbondante acqua pulita con l’aiuto di un panno morbido. Per lucidare i mobili in legno, potete usare i prodotti a base di olio di lino oppure di cera vergine d’api, in alternativa potete preparare un emulsione a base di succo di limone olio d’oliva, quest’ultimo in piccole dosi, applicate sui mobili, lasciate agire per qualche ora e poi rimuovete con un panno di lana; per i mobili più scuri, invece, usate l’olio di noci.

In via generale, ricordate che per passare i mobili, ma anche molti altri complementi, è meglio usare i panni in microfibra: sono ottimi per catturare la polvere, morbidi, possono essere utilizzati varie volte e per lavali basta usare il sapone di Marsiglia.

Passiamo ora al bagno; per pulire i sanitari ricorrete all’aceto o al bicarbonato di sodio, utili per sciogliere le incrostazioni velocemente e per disinfettare; per facilitare i processi di disincrostazione usateli con l’acqua calda. Questo vale anche per il water, che può essere pulito mettendo dell’aceto puro o del bicarbonato di sodio sullo scopino, mentre per disincrostare lo scarico usate l’acqua di bollitura delle patate; infine, per sgorgare i tubi di scarico preparate una soluzione a base di quattro cucchiai di sale grosso, quattro cucchiai di bicarbonato e una pentola d’acqua bollente, vedrete che scaricheranno a meraviglia.

Per quanto riguarda la tappezzeria, e in particolare i tappeti, puliteli con una spazzola non troppo dura da passare in contropelo e poi togliete la polvere con il battitappeti o con l’aspirapolvere; per ravvivare i colori, strofinateli con una spugna imbevuta d’acqua e ammoniaca, ne basta un cucchiaio per un litro d’acqua, e poi passateli con dell’acqua pulita.

Per profumare l’armadio della biancheria, ma anche per disinfettarlo, sistemate all’interno il coperchio di una scatola di metallo molto caldo, sul quale verserete dell’acqua di colonia e il 25% di tintura di benzolo, sentire la freschezza che emanerà il vostro armadio.

 

Photo Credit: Thinkstock

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>