Come coprire un tatuaggio

di Valentina Cervelli Commenta

Come coprire un tatuaggio? Ci si potrebbe trovare nella necessità di coprire un disegno o una scritta presente sulla propria pelle: riuscire nell’impresa è possibile, sfruttando diversi strumenti o metodologie. Vediamo quali sono quelli più frequenti e semplici da usare.

Una cerimonia, un concorso: purtroppo le occasioni nelle quali ci si può trovare a coprire un tatuaggio per via dei pregiudizi legati agli stessi sono innumerevoli. Ma come essere certi che il disegno e la scritta non si vedano? Se ci si trova in una situazione di emergenza, un cerotto ed una fasciatura possono essere la soluzione più semplice da applicare, sebbene non si tratti della più resistente o esteticamente piacevole. Ovviamente è sempre il contesto ad avere la sua importanza e quindi in mancanza di cosmetica adeguata, dare spazio a una scelta del genere è giustificato.

Quel che è importante comprendere è che per coprire un tatuaggio con il make up sono due le soluzioni: o scegliere un fondotinta e correttore appositi o in alternativa acquistare dei prodotti classici che però siano di qualità, full coverage ed in grado di resistere molte ore.  Importante, prima dell’applicazione della cosmesi, un lavaggio ed asciugatura perfetta della parte in modo che le formule non vengano a contatto con impurità o con della pelle unta.

Se invece il desiderio di copertura è volontario perché ci si è stancati del proprio tatuaggio o è legato a spiacevoli episodi (come di solito accade quando dedicati a persone, N.d.R.) si può optare per la rimozione laser dello stesso o per la copertura con un nuovo tatuaggio: in entrambi i casi si tratta di una soluzione dispendiosa e dolorosa.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>