Come evitare il sudore sotto l'ascella della camicia

Come evitare il sudore sotto l’ascella della camicia

Come evitare il sudore sotto l'ascella della camicia

L’estate si avvicina, ma le ferie estive sono ancora molto lontane. Questo significa dover andare a lavorare spesso in giacca e cravatta, ritrovandosi con il classico alone sotto l’ascella causato dal sudore. C’è chi è in grado di camuffarle per bene, e chi ha la fortuna di stare sempre in un posto con l’aria condizionata, ma basta cambiar stanza, o uno sbalzo di temperatura, ed ecco riapparire quando meno ce le aspettiamo queste fastidiose macchie sulla camicia.

Come fare dunque per evitare che tutto ciò accada? La soluzione spesso varia a seconda del lavoro che si fa, di come ci si veste e del grado di sudorazione personale, ma questi primi passi che seguono dopo il salto possono aiutare nelle situazioni generali, quelle in cui è inevitabile “l’ascella pezzata” ma in cui sarebbe meglio mascherarla.

Come truccare un viso dalla pelle secca

Come truccare un viso dalla pelle secca

Come truccare un viso dalla pelle secca  Pelle secca e sensibile ai cambiamenti di stagione e, soprattutto, al freddo? Capita a molte donne e, a parte creme e cure per migliorarla, il problema sussiste anche quando ci si deve truccare, visto che non tutti i cosmetici sono indicati e alcuni addirittura non mettono in risalto i tratti del viso, ma fanno notare di più le imperfezioni.

Come scegliere il colore del rossetto

Come scegliere il colore del rossetto

Come scegliere il colore del rossetto  In commercio esistono centinaia di tipi e di marche di rossetto, tuttavia ogni colore e sfumatura è destinato ad un soggetto femminile con determinate caratteristiche somatiche e, per meglio far risaltare il proprio viso, è meglio imparare a riconoscere quello indicato per i propri tratti e per la propria personalità

Come organizzare una festa di compleanno ecologica

Come organizzare una festa di compleanno ecologica

Come organizzare una festa di compleanno ecologica

Nonostante per qualcuno il compleanno non rappresenti più qualcosa da festeggiare, in caso di evento da ricordare con amici e parenti, si può dare un tocco di novità alla classica festicciola con invitati, torta e palloncini. Specialmente se il festeggiato è un bambino, capiterà spesso ai genitori di organizzare una festa di compleanno, e dunque farla un po’ più rispettosa dell’ambiente è un modo per renderla ancora più originale. Vediamo come fare per organizzare un “green party”.

1. Chiedere agli ospiti di avvolgere i regali non in una carta regalo (che sicuramente finirà nell’immondizia), ma riciclando qualsiasi carta si ha in casa, come quella del giornale, degli alimenti, sacchetti di ogni genere, o al massimo un po’ di carta da regalo avanzata dalle feste precedenti.

Come fare un picnic rispettoso dell'ambiente

Come fare un picnic rispettoso dell’ambiente

Come fare un picnic rispettoso dell'ambiente

Purtroppo si sta perdendo sempre più l’abitudine di fare i pic-nic, ma con la primavera alle porte magari qualcuno può essere invogliato a consumare un pasto sull’erba sotto il sole, dopo un inverno di freddo e neve. Le possibilità di organizzare un picnic sono molteplici, e tutte rispettabilissime, ma visto che se ne parla tanto negli ultimi tempi, questa potrebbe essere l’occasione per un picnic sostenibile.

A parte tutte le raccomandazioni, divenute ormai ovvie, del rispettare la natura, senza lasciare sul prato cartacce o rifiuti vari, è possibile anche organizzare un’uscita ecologica, controllando di avere a disposizione tutti cibi biologici e materiali rispettosi dell’ambiente. Dopo il salto vedremo come.

Come curare la propria salute, dimenticando i luoghi comuni

Come curare la propria salute, dimenticando i luoghi comuni

Come curare la propria salute, dimenticando i luoghi comuni  Nella vita di tutti i giorni, eseguiamo a volte anche meccanicamente, una serie di gesti per la cura del nostro corpo e della nostra salute che non sempre sono giusti. La maggior parte degli errori, proviene principalmente da luoghi comuni e convinzioni popolari che oggi sono del tutto superati e, qualche volta, è stato persino dimostrato che si tratta di abitudini del tutto negative.

Come preparare degli impacchi per capelli con l'olio di cipresso

Come preparare degli impacchi per capelli con l’olio di cipresso

Come preparare degli impacchi per capelli con l'olio di cipresso  Il Cipresso è una pianta tipica dei Paesi mediterranei e le sue proprietà curative sono conosciute sin dalla notte dei tempi. Ne esistono almeno venti specie diverse, ma la varietà che di solito si utilizza per estrarre l’olio essenziale è quella italiana che, a dispetto del nome, si trova soprattutto in Spagna, in Francia e in Marocco. Già gli antichi Egizi ne bruciavano il legno, ritenendo che avesse proprietà sacre e, inoltre, a causa della sua grande resistenza, con il cipresso costruivano i sarcofagi. E’ ottimo anche nella cura dei capelli, essendo in grado di conferire lucentezza e, per questo motivo, se ne possono ricavare due impacchi, uno per capelli secchi e uno per capelli grassi, in grado di donare nuova salute anche alla cute.